Lo Studio

Avvocato Massimo Cipolla

Si è laureato con una tesi dal titolo “l’Osce e le minoranze nazionali” (2002) presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Federico II (Napoli). E’ attento ai temi del diritto in tutti i casi in cui viene compressa la libertà della persona e violato un suo diritto con particolare riferimento al diritto penale e alla privazione della libertà personale. Cultore, in via ulteriore e specifica, delle questioni inerenti la condizione giuridica dei cittadini non italiani e dei loro familiari è stato già consulente legale di: Centro Servizi Integrati per l’Immigrazione dei Comuni della provincia di Ferrara (2004 – 2018); Pangea onlus, Milano (2008); Difensore civico per la Regione Emilia-Romagna (2009 – 2013); Garante delle persone private della libertà personale per la Regione Emilia-Romagna (2012 – 2016); responsabile del coordinamento di Amnesty International Italia per il medio oriente, Roma – Londra (2002 -2006). E’ formatore di enti pubblici e privati in materia di diritto dell’immigrazione, cittadinanza e protezione internazionale e docente in percorsi di aggiornamento professionale per avvocati.

Avvocato Giuseppe Dardari

Nel 2016 si è laureato presso il Dipartimento di giurisprudenza dell’Università di Ferrara con una tesi in diritto internazionale dal titolo “Turkish international protection framework and the Syrian refugee crisis”. Abilitato al patrocinio è quotidianamente impegnato nel rispondere alle esigenze di ricerca e approfondimento che accompagnano ogni pratica che lo Studio decide di prendere in carico. Ha pubblicato su www.immigrazione.it l’intervento “Il diniego opposto dall’ufficiale dello stato civile alle pubblicazioni fra un cittadino italiano di religione bahá’í e una cittadina iraniana viola gli articoli 29, 30 e 31 della Costituzione”. È interessato al diritto penale ed al diritto degli stranieri con particolare attenzione alla condizione dei richiedenti asilo.

Dott. Marcello Montagnana

Si è laureato con una tesi dal titolo ” I diritti sociali del migrante che soggiorna irregolarmente in Italia: il caso (problematico) del diritto alla salute” nel 2018 presso il Dipartimento di giurisprudenza dell’Università di Ferrara.Interessato ai temi afferenti i diritti umani e le libertà fondamentali sui quali coltiva le proprie passioni professionali collabora attivamente con lo Studio contribuendo con assiduità e attenzione alle attività dello stesso. E’ abilitato al patrocinio. Da ultimo ha pubblicato su www.immigrazione.it l’intervento dal titolo “Sul diritto dello straniero a presentare la domanda reiterata di protezione internazionale. Nota all’ordinanza del Tribunale di Venezia del 23 maggio 2019 nel procedimento cautelare ex art. 700 c.p.c.”.